11 gen 2017

Un contorno semplice e gustoso: cavolo rosso con mele verdi granny smith stufato nel porto rosso


In oltre dieci anni di blog mi son accorto che ho pubblicato poche ricette di contorni, non che non li cucini, ma di solito li trovo poco "fotografabili"; questi cavoli rossi però eran così buoni che dovevo condividere la ricetta. In particolare la mela verde,  granny smith per la precisione, l'ho aggiunta sia per dare colore e dolcezza e sia per dare un po' di acidità, oltre a quella del succo di limone,rendendo più gustosi i cavoli, il porto rosso inoltre ha doto un fantastico profumo e reso più gustoso il tutto. Non ho cotto a lungo per lasciare più croccanti sia le mele che il cavolo, se vi piacciono più morbidi basta che li cuocete qualche minuto ancora.


Ecco quindi la facilissima ricetta per preparare questo gustoso cavolo rosso stufato nel porto con mele verdi granny smith:

Ingredienti

un cavolo rosso
due mele verdi Granny Smith
quatto cipollotti
mezzo bicchiere di porto rosso
Un limone
olio extra vergine di oliva
sale e pepe

Eliminare le foglie eventualmente danneggiate del cavolo, quindi tagliarlo a metà e poi tagliarlo a strisce, lavare sotto acqua corrente e scolare per bene. Pulire i cipollotti senza eliminare il verde quindi tritarli. Iniziare a farli stufare con qualche cucchiaio d'olio in una pentola abbastanza capiente in quanto deve contenere il cavolo (io uso il cavolo). Quando la parte bianca incomincia ad essere traslucida aggiungere il cavolo rosso salare e pepare a piacere, far andare cinque minuti con il coperchio mescolando ogni tanto. Nel frattempo levare il torsolo alle male quindi tagliarle a fettine. Aggiungerle al cavolo e bagnare con mezzo bicchiere di porto rosso e il succo di limone. Cuocere per quattro o cinque minuti ancora facendo svaporare l'alcol del porto rosso.

Buona appetito a tutte e tutti

30 dic 2016

Filetto di salmone fresco marinato con barbabietola, coriandolo e aneto

Preparo spesso i filetti di salmone marinati in salsa di soia, è un antipasto che piace sempre ai miei ospiti, questa volta sia per natale e un vista del veglione dell'ultimo dell'anno ho pensato di preparare una marinata diversa ma molto gustosa per i filetti crudi di salmone ovvero con barbabietola fresca e coriandolo. Si tratta di una ricetta che avevo visto preparare in televisione da Gordon Ramsay, si tratta di una variante del classico salmone gravlax (o gravadlax qui trovate la mia versione) ovvero il salmone fresco marinato con erbe e soprattutto con zucchero e sale che ne estraggono liquidi e parte dei grassi rendendolo più compatto e conservabile.

In questa versione il salmone viene arricchito dal sapore agrumato dei semi di coriandolo, la barbabietola inoltre oltre ad apportare il suo sapore e profumo dolce e terroso svolge anche il ruolo di colorante rendendo i bordi del filetto di salmone rossi, più durerà la marinatura e più il colore penetrerà all'interno. Rispetto alla ricetta originale io non ho aggiunto le bucce di arancia ma mi sono agganciato idealmente alla classica gravlax aggiungendo un po' di aneto fresco.

Una volta portato in tavola il  piatto è stato davvero un successo, le fettine letteralmente sparivano dai piatti di portata, oltretutto  visto il colore rosso è sicuramente un'ottima idea per un delizioso e particolare antipasto per la cena del veglione di capodanno. Come sempre l'importante è la qualità della materia prima, in particolare il salmone deve essere freschissimo.

ecco quindi la facilissima ricetta per preparare questo fantastico salmone marinato alla barbabietola e coriandolo:
 
Ingredienti 

600 grammi di filetto di salmone fresco
due cucchiai di semi di coriandolo
una barbabietola fresca 
75 grammi di sale fino
75 grammi di zucchero
 
Eliminare la pelle dal filetto di salmone aiutandosi con un coltello da sfiletto con la lama flessibile (eventualmente potete chiedere al vostro pescivendolo di farlo per voi) quindi conservare al fresco.
In un mortaio pestare grossolanamente il coriandolo, quindi versarlo in una ciotola abbastanza capiente, aggiungere il sale e lo zucchero, quindi spellare la barbabietola e grattugiarla all'interno della ciotola (se non volete macchiarvi di rosso vi consiglio di usare dei guanti), mescolare per bene.

Sistemare su di un piatto piano della pellicola trasparente e sopra adagiarci il filetto di salmone, coprire con un abbondante strato di marinata quindi richiudere la pellicola trasparente tutto intorno, rifasciare ancora per un paio di strati con pellicola trasparente in modo da isolare per bene. Sistemare in frigorifero con un peso sopra in modo da far aderire meglio la marinatura. Lasciar quindi riposare per un giorno. Passato il tempo eliminare la marinatura e sciacquare il filetto sotto acqua corrente, asciugare quindi tagliarlo a fettine sottili come nella foto sopra.

Visto che siam al 30 dicembre auguro  a tutte e tutti un felicissimo anno nuovo, che sia un 2017 ricco di gioa e serenità!

27 dic 2016

Un gustoso antipasto per l'ultimo dell'anno: Pomodori datterini confit al profumo di lime e rum al cocco


Conoscete i pomodori confit? Sono pomodori di solito caramellati in forno con erbette, deliziosi sia come antipasto e contorno ma anche come sugo per una gustosa pasta, semplici e veloci da preparare ma di sicuro successo in tavola. In passato già proposto due ricette: quella classica (clicca qui) e una variante al porto bianco e erbette (clicca qui), Questa vota ho pensato di preparare una versione particolare, che potrebbe essere un gustoso antipasto a capodanno, usando i datterini al posto dei ciliegini, del niele al posto dello zucchero, e poi profumando il tutto con un "sentore" tropicale grazie al lime, che da anche la giusta acidità, e il rum al cocco

Un antipasto davvero gustoso, che con il suo colore rosso intenso ben si adatta alla cena del veglione di capodanno. Una ricetta semplice da realizzare e se non avete il rum al cocco potete sostituirlo con del rum bianco in cui lasciare in infusione per un un'ora un po' di scaglie di cocco secco o disidratato.

Ecco quindi la ricetta per preparare questo fantastico antipasto di pomodorini confit:

Ingredienti per quattro persone:

500 grammi di pomodori datterini
due lime
Origano
Uno spicchio d’aglio
Pepe nero in grani
miele di acacia o millefiori
un bicchierino di rum al cocco
Sale
Olio Extra Vergine di oliva

Lavare per bene in pomodorini, asciugarli e tagliarli a metà, a piacere scegliere i se eliminare i semi o no, io preferisco lasciarli perché la polpa è gustosa e profumata. Sistemare un foglio di carta da forno su di una teglia o leccarda quindi sistemarci sopra i pomodorini con la pare tagliata rivolta verso l’alto (vedi foto sopra). Salare e pepare. In una piccola ciotola miscelare un paio di cucchiai di miele, il bicchierino di miele, e il succo spremuto dei due lime, quindi versarlo su tutti i pomodorini. Tritare lo spicchio d’aglio e distribuirlo, sui pomodorini, cospargere con l'origano ed infine irrorare con olio extra vergine di oliva, ideale quello della riviera ligure in quanto non troppo pesante di sapore. Cuocere in forno caldo a 140 gradi in forno, possibilmente ventilato, per circa un'ora. Verificare che sian ben appassiti ma ancora morbidi ed eventualmente prolungare la cottura per il giusto.
Servire in piattini, coppette, cocotte o perché no in piccoli spiedini.

Buon appetito e felice anno nuovo a tutte e tutti con questa semplice e veloce ricetta ma davvero gustosa e saporita!


22 dic 2016

Comfort food: rosticciata di salsiccia e wurstel al forno con patata dolce americana e pomodori secchi


Con i primi freddi e le festività ormai vicinissime si sente spesso il bisogno di un buon comfort food caldo e gustoso; l'altra sera avevamo un po' di persone a cena e ho pensato che avrei potuto presentare come secondo  giusto un un ottimo comfort food, in particolare questa semplice e davvero gustosa rosticciata di salsiccia e wurstel, con in particolare l'utilizzo delle patate dolci americane (alcuni le chiamano correttamente batate che è il vero nome), trovo siano fantastiche con il loro gusto dolce, soprattutto quando si mangiano rimane all'esterno la croccantezza mentre all'interno si trasforma in morbidezza che sembra quasi purè. Inoltre per arricchire il sapore con un tocco mediterraneo, profumato e sapido ho aggiunto anche dei fantastici pomodori secchi, dopo averli ammollati sia per farli riprendere sia per non farli bruciare troppo durante la cottura.

Il risultato è stato davvero ottimo, un vero comfort food per l'appunto, la ricetta come potete vedere è semplice e si prepara in poco tempo, se poi non trovate le batate potete usare delle normali patate magari non troppo "farinose"

Ingredienti per sei persone

due grandi patate dolci americane a pasta arancione
400 grammi di salsiccia
5 wurstel grandi
una dozzina di pomodori secchi
erbette di provenza
olio extra vergine di oliva
una foglia di alloro
sale


Per prima cosa mettere in ammollo i pomodori secchi spezzettandoli con le mani, quindi tagliare a tocchetti la salsiccia e metterla in acqua bollente insieme alla foglia di alloro e far andare per cinque minuti quindi scolarla.

Nel frattempo pelare le patate e tagliare a tocchetti le patate, tagliare a tocchetti di dimensione simili anche i i wurstel. Prende una teglia da forno e versarci dentro i tocchetti di patate, di salsiccia e di wurstel, quindi i pomodori secchi, aggiungere sale ed erbette quindi versare un filo d'olio. Mescolare per bene in modo quindi cuocere in forno caldo ventilato a 180 gradi per circa 25 - 30 minuti.

Buon appetito a tutte e tutti con questo fantastico e semplice piatto, un vero comfort food

28 nov 2016

La ricetta per delle fantastiche tapas: Spiedini di capesante e pancetta affumicata con coriandolo


Adoro le capesante e trovo che l'abbinamento con i vari tipi di pancetta sia sempre fantastico, questa volta ho pensato quindi di preparare queste semplici ma ottimi spiedini, delle ottime tapas a base per l'appunto di capesante (si possono usare tranquillamente quelle surgelate) e pancetta affumicata. Ho inoltre pensato di rafforzare il profumo di affumicato con del semi di coriandolo che ho tostato in padellino.

La ricetta per preparare queste fantastiche tapas è davvero semplice, e va bene si per un apertivo in piedi come antipasto, inoltre è davvero veloce e in poco tempo si può portare in tavola un fantastico finger food:


Ingredienti per 10 spiedini
40 capesante sgusciate
10 fette di pancetta affumicata
due cucchiai di semi di coriandolo
sale fino

Tostare leggermente i semi di coriandolo in un padellino quindi versarli in un mortaio e postarli sino a quando saranno polvere.

Eliminare la cotenna, se presente, dalle fette di pancetta affumicata. Sistemare quattro capesante in modo che la pancetta le avvolga ad se tutte e infilzare con uno stecco (vedi foto sopra). Far andare su piastra calda gli spiedini cosi ottenuti per un minuto, quindi salare e spolverare con il coriandolo, quindi terminare la cottura per altri venti secondi. Sistemare in un un piatto da portata.

Buon appetito a tutte e tutti, io non ho fatto in tempo a scattar la foto che già scomparivano dai piatti .... :)

21 nov 2016

Una semplice ricetta per un ottimo curry di pesce a base di ricciola


Preparo spesso i curry di pesce, trovo sia una ricetta davvero semplice da preparare ma che porta in particolare un mondo di profumi e sapori; di solito non ho un pesce e in genere scelgo in base al pescato del giorno, quando però trovo delle fantastiche ricciole non me le faccio certe sfuggire. E' un ottimo pesce che  preparo spesso, ad esempio in crosta di sale oppure per veloci tartare. Le sue carmi sode e rosa però son particolarmente indicate per preparare spezzatini come questo profumatissimo curry.
Quando andate dal vostro pescivendolo di fiducia se le trovate non troppo grandi chiedete di sfilettarvele, potrete usare i filetti per ricette direttamente alla piastra oppure, una volta tolta la pelle tagliarla a cubetti per preparare degli ottimi curry come questa semplice ricetta:


Ingredienti per tre persone

600 grammi di filetto di ricciola
due cucchiai di cipollotti tritati compreso il verde
un cucchiaio di curry
un cucchiaino di curcuma
un cucchiaio di prezzemolo tritato
vino bianco secco
Olio evo
sale e pepe

Con un coltello flessibile incidere ogni filetto per la lunghezza, quindi tendolo premuto con il palmo della mano utilizzare il coltello per rimuovere la pelle, quindi tagliarlo a cubetti. Accendere il fuoco sotto una padella e tostarci per qualche istante il curry insieme alla curcuma, serve ad esaltare i profumi e i sapori dei loro oli essenziali, quando incominceranno a prendere calore, levarla la padella dal fuoco e versare il curry e la curcuma in una tazzina.

Versare qualche cucchiaio d'olio extra vergine di oliva sulla padella mettere sul fuoco e far andare a fiamma morbida i cipollotti tritati, quando incominciano ad essere traslucidi aggiungere i cubetti di pesce, il curry e la curcuma, far andare qualche istante rimescolando quindi bagnare con il vino bianco secco, aggiustare di sale e pepe quindi far andare per qualche minuto, rimescolando. Aggiungere quindi  il prezzemolo e terminar la cottura per un minuto.
Servire al centro dei piatti.

Buon appetito a tutte e tutti!

20 nov 2016

E' tempo di raccogliere i peperoncini sul mio orterrazzo ecco quindi alcune particolari varietà di Habanero



Anche se siamo ad autunno ormai inoltrato sul nostro orterrazzo la produzione di peperoncini continua a tutto spiano, ho appena finito di raccogliere gli Jalapeno che anche le altre varietà son pronte e mature, in particolare i rossi peperoncini della varietà Pepe di Cayenna (Capsicum annuum) , I piccantissimi Habanero Chocolate (Black Congo) che ha un retrogusto di frutti tropicali e per finire il giallissimo Habanero Lemon, anche lui come il Chocolate un cultivar della varietà Capsicum chinense , anche dal spiccato profumo di limone ma sempre davvero molto piccante.

Si possono usare si a crudo che cotti, logicamente in base alla propria sensibilità al piccante, e se volete contrastarne la forza.... l'ideale è latte o yogurt.

E voi che peperoncini coltivate sui vostri balconi e terrazi?


27 ott 2016

Un arrosto semplice e gustoso: filetto maiale al forno con pancetta affumicata fontina e maggiorana


E' un po' di tempo che purtroppo per mancanza di tempo non ho potuto aggiornare il blog ma logicamente ho continuato a cucinare e fotografare i piatti come nel caso di queste semplice ma veramente gustosa ricetta per preparare un fantastico arrosto con filetto di maiale ripieno di fontina d'alpeggio e maggiorana, stan benissimo insieme, e ricoperta dalla fantastica pancetta affumicata che lo rende gustoso e lo mantiene morbido.

Un piatto davvero gusto che si prepara in pochissimo tempo, inoltre il filetto di maiale, rispetto al suo cugino più famoso quello di vitello ha un rapporto qualità / prezzi elevato, visto che di solito costa meno della metà.

Ecco quindi la semplice ricetta pere preparare questo fantastico arrosto al forno di filetto di maiale

Ingredienti per tre persone

un filetto di maiale di circa 400 grammi
150 grammi di pancetta affumicata
100 grammi di fontina d'alpeggio
sale e pepe
maggiorana fresca
vino bianco secco

Rifilare il filetto eliminando l'eventuale grasso  in eccesso, rosolarlo in padella per un paio di minuti quindi aprirlo a libretto secondo la lunghezza, salarlo e peparlo quindi inserire all'intento qualche fetta di fontina e un bel po' di foglie di maggiorana. Su di un foglio di carta da forno stendere delle fette di pancetta affumicata in modo che ognuna sia leggermente sopra l'altra, adagiarci quindi sopra il filetto di maiale, fasciarlo completamente con la pancetta, e quindi ripassare il tutto con lo spago da cucina. Inserire qualche rametto di maggiorana, quindi stendere un foglio di carta da forno su una leccarda, adagiarci sopra il filetto, bagnarlo con poco vino bianco secco e salare a piacere. Cuocere in forno ventilato a 200 gradi per 20 / 25 minuti; terminata la cottura tirare fuori dal forno, aspettare un paio di minuti, quindi rimuovere lo spago, tagliare a fette e servire al centro dei piatti.

Buon appetito a tutte e tutti.

12 set 2016

Ricordando le vacanze in alto adige: carne salada con finferli al naturale, castelmagno e rucola


Ormai è passato piu di un mese dalle vacanze in alto adige, posti bellissimi, montagne e natura, tantissimo verde e al pomeriggio tante saune, aufguss, abbronzature integrali e bagni tuchi, insomma una vacanza dedica ad un san relax per la mente e per il corpo. Logicamente siam tornati con un sacchettone di prodotti locali, soprattutto salumi, ma ance erbe e tisane, e un po' di finferli confidati al naturale. L'altra sera ho pensato di usarli per condire un po' di carne salada che avevo appena comprata, la trovo gustosa e saporita, diversa dalla breasola, ho quindi pensato a questo antipasto  / secondo aggiungendo anche un po' di castelmagno a scaglie ( se conoscete un formaggio locale tipico fatemelo sapere ) , una sorta di raspadura, e per dare un po' di colore e anche un po' di freschezza della rucola tritata. La ricetta utilizzando prodotti già pronti logicamente si prepara in un istante, e nel caso non trovaste i finferli si possono usare dei porcini sott'olio anche se il gusto è un po' diverso

Ecco quindi la ricetta velocissima e semplice per preparare questo delizioso antipasto:


Ingredienti per quattro persone

300 grammi di carne salada tagiata a carpaccio
200 grammi di funghi finferli al naturale
150 grami di pecorino
un mazzetto di castelmagno
olio extra vergine di oliva
sale


In un piatto grande da portate stendere le fette di carne salada, con un coltello "raspare" il formaggio castelmagno ottenendo tante scaglie e farle cadere sulle fette di carne salada, sistemare i funghi finferli al naturale, dopo averli scolati, sulla carne salada e sul pecorino creando delle piccole montagnette, condire con poco olio extra vergine e poco sale, quindi spolverare con la rucola tritata.

Buon appetito a tutte tutti

01 set 2016

Antipasto semplice ma d'effetto: capesante con besciamella alla paprika affumicata e aneto con porro stufato



Ecco una ricetta per preparare un ottimo e gustoso antipasto, delle fantastiche capesante, in particolare qui ho usa la varietà più piccola chiamata anche canestrelli, con un'ottima besciamella alla paprika affumicata e aneto e del porro stufato in padella.

La ricetta è davvero semplice e veloce da preparare e volendo si possono usare quelle surgelate ma vi assicuro che quelle fresche son davvero un'altra cosa, per la  ricetta della besciamella tempo fa l'avevo postata in una versione allo zafferano, la trovate a questo link, basta non mettere lo zafferano :-)

Se non trovate l'aneto fresco (io lo coltivo in vaso) potete usare le foglioline verdi del finocchio hanno un profumo che lo richiamo anche se meno dolce.

Ingredienti per due persone

8 capesante canestrelli
200 grammi di besciamella
un cucchiaino di paprika affumicata
un pezzo di porro di circa 4 dita
aneto fresco tritato
porto bianco
olio evo
sale fino

Lavare per bene il porro e tritarlo, Aprire le capesante, con un coltello estrarle quindi  eliminare la parte grigia sabbiosa, lavarle e asciugarle. Farle andare in una padella con un filo d'olio extra vergine di oliva per un minuto e metterle da parte. pentolino scaldare la besciamella precedentemente preparata insieme ad un cucchiaino di paprika affumicata e uno' di aneto tritato a piacere, mescolare di tanto in tanto sino a quando la besciamella sarà calda.


In una teglia da forno sistamro  le valve delle cappesante, quindi aggiungere un po' di porro stufato e aggiungerci sopra una cappa santa, coprire con la besciamella alla paprika affumicata e aneto; far gratinare quindi per un minuto. Servire poi al centro dei piatti e decorando con qualche rametto di aneto fresco.

Buon appetito a tutte e tutti !!!


Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

AddThis